Archivio mensile:gennaio 2017

…..violenza…..

È un film dell’orrore: centinaia di giumente incinte attaccate a macchine da salasso, anche fino alla morte! Tutto perché le aziende farmaceutiche ne vendono gli ormoni agli allevamenti intensivi di maiali!! Ma la prossima settimana i ministri UE possono mettere al bando questo commercio assurdo. Spingiamoli ad agire con un’enorme mobilitazione: firma la petizione qui sotto *con un solo clic* e condividi con tutti!

FIRMA QUI

Sembra un film horror: centinaia di giumente incinte attaccate a macchine che gli succhiano il sangue, alcune così deboli che collassano e muoiono. Ma ora possiamo fermare tutto questo. Questa tortura su larga scala sui cavalli è alimentata da aziende farmaceutiche europee per aumentare la produzione dei nostri allevamenti intensivi! L’UE sta considerando provvedimenti, ma finora non ha fatto nulla di concreto. È ora di fermare queste morti assurde! I ministri europei si riuniranno la prossima settimana, mettiamoli sotto i riflettori con un’enorme petizione per la messa al bando del violento commercio di sangue. Aggiungi il tuo nome alla petizione qui sotto *con un solo clic* e condividi con tutti: Clicca per firmare la petizione Al Parlamento, alla Commissione e al Consiglio dell’Unione Europea: Vi chiediamo di mettere al bando l’importazione in Europa di qualsiasi prodotto ottenuto con tecniche crudeli o che causino sofferenze sugli animali. Come uno tra i leader mondiali nel benessere degli animali, l’Europa dovrebbe applicare i suoi standard anche ai prodotti di importazione. Clicca per firmare la petizione La morte di queste giumente non è l’unico orrore: viene estratto così tanto sangue che molte rimangono sotto shock, o diventano anemiche. E siccome il sangue è utile solo se sono incinte, spesso vengono forzate a gravidanze e aborti multipli. Il mercato è guidato dalle aziende farmaceutiche, che vendono l’ormone presente solo in questo sangue agli allevamenti intensivi, per far entrare in calore maiali e altri animali in modo innaturale. Un’altra follia in questa triste storia. Ma se denunciamo questo orrore con un’enorme mobilitazione globale, possiamo ottenere la messa al bando di tutti i prodotti ottenuti dalla sofferenza degli animali, rendendo difficile per qualsiasi azienda ottenere profitti dalla violenza. Aggiungi il tuo nome alla petizione cliccando sul link, e poi condividi con amici e familiari: spingiamo l’UE ad agire! Clicca per firmare la petizione I cavalli sono animali maestosi, pieni di bellezza e grazia: è difficile capire come degli esseri umani possano essere così crudeli. Ma quando ci impegniamo tutti assieme per proteggere gli animali dagli orrori che affrontano ogni giorno, riusciamo a fare cose incredibili. Facciamolo anche questa volta.

Annunci

..ancora e sempre pace ed allegria…

2016-12-19t200811z_2138228024_rc195a742160_rtrmadp_3_germany-truck-kbac-u1100411251201umi-1024x576lastampa-itGli auguri di tutto il mondo per la pace sembrerebbero caduti ancora una volta davanti al tir che ha seminato morte e terrore nel mercatino di Natale in Germania e poi a Capodanno quando la stessa strategia si è ripetuta in un locale in Turchia, ma non é così perché la gioia della vita appartiene al mistero dell’amore che muove il mondo, amore di cui nessuno conosce le coordinate, nessuna religione ne è unica depositaria ma di cui tutti hanno bisogno per vivere perché la stessa vita è amore.

Il mirino della strategia del terrore ha spostato il suo bersaglio, infatti una volta erano i regnanti ad essere presi mira, poi i politici, quindi i magistrati ed ora i giovani, i giovani che sono il futuro della terra e che un islamismo estremo e folle vorrebbe privare della gioia di vivere, ma loro sono la forza che muove la vita e nulla potrà fermarli e noi, asciugate le lacrime per le famiglie colpite da un tale feroce lutto, auguriamo loro di continuare a ballare e cantare sperando che le politiche di tutto il mondo uniscano le loro forze e strategie per bloccare chi la vita la vuole privare dell’allegria di dimostrarsi con i colori e l’allegria di cui ognuno è capace.