……..solidariet a due corsie ??????

17df6cd9d82a0bf1794effc3701e15f6_MGTHUMB-INTERNA2015-10-10T085049Z_695279132_GF10000239570_RTRMADP_3_TURKEY-EXPLOSION-4256-k07B-U10601674838350Q0E-700x394@LaStampa.it

Le vittime del terrorismo di Ankara perchè non hanno avuto la risonanza  uguale a quella che hanno avuto le vittime del terrorismo che ha colpito la Francia, l’Inghilterra o altre nazioni?

Per le morti di AnKara niente mobilitazione mediatica, niente segni di identificazioni con quelle vittime nonostante l’informazione ci abbia raggiunto subito ed abbia portato alla conoscenza della nostra coscienza che tra le vittime ci fossero ragazzi, persone anziane, cittadini che hanno lasciato la loro vita all’inizio di una loro giornata che pensavano dovesse essere simile a quelle precedenti se il terrorismo non l’avesse fermata.

E quindi quale spaccatura si è formata nelle nostre coscienze davanti alle vittime di Ankara?

Dolore, lacrime, sofferenza, violenza sono ferite che sanguinano sotto qualunque cielo per cui sono certa che lo sdegno, la solidarietà, la pietà, la rabbia provati alla conoscenza della violenza che ha colpito la gente di Ankara siano sentimenti uguali a quelli provati davanti alla visione delle vittime che abbiamo visto giacere sulle strade di altre città, città  dove  libertà e  democrazia erano e sono l’aria che in quelle città si respirava e si respira.

E quindi la spaccatura nasce dalla necessità per le nostre coscienze di separare le vittime di quella terra  dalla situazione politica della terra dove l’informazione e la libertà sono state abolite ?

Si, infatti io non sento di poter dire SONO TURCA in segno di solidarietà verso le vittime di Ankara sino a quando a quella popolazione non saranno garantite le valenze della libertà e democrazia , ma la solidarietà mia e di tutta la gente libera non  ha limiti nè condizionamenti. verso il dolore che ha colpito le famiglie di Ankara. per cui, con lo sdegno delle coscienze che aborriscono ogni forma di violenza, noi  siamo con voi, piangiamo per il vostro dolore, grande è la nostra sofferenza per la violenza che vi ha colpito.

People gather in a square during a commemoration for the victims of Saturday's bomb blasts in the Turkish capital, in Ankara, Turkey

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...