Criminalità capitolina = mafia capitolina

 

campidoglioIl presidente del Senato parlando della corruzione che per decenni ha governato la vita degli appalti  nella capitale afferma che la criminalità pretende il silenzio per cui la voce dei giornalisti che ne danno informazione è opportuno fermarla.

Noi aggiungiamo che per fermare i giornalisti scomodi spesso si è ricorsi alla soluzione certa della morte rimasta a lungo senza paternità alcuna ed in quanto al silenzio ci sembra di dover affermare che l’arma del silenzio non è solamente l’arma della criminalità, ma anche quella della politica e di gran parte della società civile che ha riso, goduto e festeggiato a braccetto dei componenti della criminalità che delle sue improvvise fortune non ne faceva mistero.

L’arco di sviluppo di questo malaffare capitolino sembra avere una vita di almeno dieci anni.

E tu Giustizia d0ve eri? Latitante a braccetto della politica e della società civile?

Intanto tutti sono innocenti sino alla certezza del reato ed è giusto che sia così, ma alla memoria improvviso sorge il ricordo della decorrenza dei termini e quello di chi fuoriesce nelle strade attraverso le scappatoie legali!

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...