Separazione

 

 

separazione 1896Gina, anche quando i suoi capelli non ondeggiano con baldanza sulle sue spalle e la vita l’ha indotta a percorsi che l’hanno portata molto lontana dalla terra del Poro, ricorda il giorno della partenza di Natino con grande emozione tant’é che a lei basta chiudere gli occhi per rivederlo andar via e sentire le parole con cui la rassicura dicendole che sarebbe tornato dopo due o tre giorni e  lei si rivede mentre lo  accompagna sino allo stradone e poi lo segue con lo sguardo sino a quando  diventa una macchia sempre più piccola nella luce del giorno e rimane ferma nella strada anche quando quella macchia sparisce, poi siede per terra con lo sguardo fisso sulla strada lasciandosi andare ad un pianto dirotto perché un senso improvviso di angoscia le fa temere di non rivederlo più e lei si alza e corre nella strada urlando a gran voce :- Natino, quando torni?- e continua a chiedergli quando tornerà sino a quando vede la corriera che lo porta lontano da lei passare per la strada e cerca di guardare dove sia seduto il suo uomo, ma non riesce a vederlo e dice a se stessa :-Sono rimasta sola !- e riprende il cammino verso casa  con un triste presagio dentro la mente domandandosi come farà a vivere senza di lui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...