AIDA informa

 

logomailtrasp

 

MIUR PON 2007-2013 Regioni della Convergenza Calabria – Sicilia – Campania – Puglia

Attivate due linee di intervento:

  • Idee progettuali per “Smart Cities e Communities”, in attuazione delle Azioni integrate per lo sviluppo sostenibile e lo sviluppo della società dell’informazione previste nell’ambito dell’Asse II del Programma.
  • Progetti di innovazione sociale”, in attuazione delle Iniziative di osmosi Nord-Sud previste nell’ambito dell’Asse III del Programma

“Smart Cities e Communities”

Le idee progettuali  dovranno promuovere interventi in grado di utilizzare le più avanzate soluzioni di diretto impatto sugli ambiti di interesse pubblico e sviluppare modelli di integrazione sociale per risolvere problemi di scala urbana e metropolitana. L’ambito applicativo è quello delle Smart Cities e Communities ovvero dello sviluppo di modelli innovativi  finalizzati a dare soluzione a problemi di scala urbana e metropolitana tramite un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione. La Smart Community, quale riferimento per l’individuazione delle aree di ricerca e delle traiettorie di sviluppo rilevanti ai fini dell’Avviso, va intesa in senso ampio rispetto alla definizione di agglomerato urbano di grande e media dimensione, e si riferisce al concetto di città diffusa e di comunità intelligente (anche attraverso l’aggregazione di piccoli comuni ovvero sistemi metropolitani) nei quali sono affrontati congiuntamente tematiche socio ambientali, quali mobilità, sicurezza, educazione, risparmio energetico o ambientale.
In particolare, i settori di intervento individuati sono:

  • Smart mobility
  • Smart health
  • Smart education
  • Cloud computing technologies per smart government
  • Smart culture e Turismo
  • Renewable energy e smart grid
  • Energy Efficiency e low carbon technologies
  • Smart mobility e last-mile logistic
  • Sustainable natural resources (waste, water, urban biodiversity)

Definizione:

Smart mobility: sostenere l’innovazione nell’ambito della mobilità marittima, urbana, su gomma e/o su rotaia attraverso lo sviluppo di tecnologie e soluzioni ICT finalizzate a migliorare l’interoperabilità dei sistemi informativi logistici marittimi o tra i sistemi di infomobilità marittima, urbana, su gomma e/o su rotaia, anche in attuazione delle disposizioni della normativa comunitaria vigente in materia.

Smart health: sostenere l’innovazione del sistema sanitario, attraverso lo sviluppo di tecnologie, soluzioni e cornponenti ICT funzionali e abilitanti che consentano l’attivazione di nuovi modelli di attività nell’area della salute e del benessere, lo sviluppo di servizi di e-sanita a livello sovra/regionale, locale e individuale, il miglioramento del modello di interazione tra strutture sanitarie,l’implementazione di modelli a supporto della programmazione territoriale delle risorse e degli investimenti sul territorio.

Smart education: sostenere l’innovazione del sistema educativo e dell’istruzione e formazione, attraverso lo sviluppo di architetture informative, soluzioni tecnologiche e componenti di sistema ICT, funzionali e abilitanti, che consentano l’attivazi0ne e l’implementazione di nuovi modelli di apprendimento/ insegnamento individuale e di classe, la realizzazione di sistemi di valutazione avanzati, sviluppo di servizi di e-education, nonché il miglioramento dei modelli di interazione delle strutture educative e dell’istruzione e formazione con il mondo pubblico e privato del lavoro.

Cloud computing technologies per smart government: sostenere l’innovazione dei servizi al pubblico, con particolare riguardo al settore E—government e alle imprese, con particolare riferimento alle PMI, mediante lo sviluppo di prototipi funzionanti che contribuiscano ad adottare e diffondere piattaforme “cloud” e le relative applicazioni e servizi. Le nuove tecnologie dovranno essere in grado di migliorare la qualità e l’accessibilità dei servizi, garantire elevati standard di interoperabilità tra sistemi “cloud” differenti, promuovere implementazioni di riferimento basate su soluzioni ”open source”, ridurre i costi di adozione da parte delle imprese di nuove tecnologie ICT, incrementando il ritorno degli investimenti e riducendo il ”time to market” dei loro prodotti/ servizi.

Smart culture e Turismo: sostenere l’innovazione del sistema dei patrimoni ed attività culturali e del turismo, sia attraverso lo sviluppo di soluzioni tecnologiche ICT per la diagnostica, il restauro, la conservazione, la digitalizzazione, la fruizione e la valorizzazione dei beni culturali materiali e/ 0 immateriali, sia definendo modelli utili a digitalizzare e rendere più competitiva la filiera produttiva turistica in modo da favorire la promozione delle destinazioni, la creazione di percorsi esperienziali e la disintermediazione dell’offerta ricettiva tramite modelli condivisi di indicizzazione e di identificazione univoca.

Azione lntegrata per lo Sviluppo Sostenibile:

Renewable energy e smart grid: sostenere l’innovazione del settore dell’Energia attraverso lo sviluppo di soluzioni tecnologiche e gestionali in grado di promuovere e rafforzare il recupero, la produzione e la gestione integrata delle diverse fonti energetiche rinnovabili e dei relativi sistemi di distribuzione, tenendo conto della necessita di valorizzare le relazioni tra la dimensione urbana e rurale nelle politiche energetiche, ambientali e climatiche delle smart communities.

Energy Efficiency e low carbon technologies: sostenere il miglioramento delle performance energetiche e ambientali degli agglomerati urbani, siti industriali e ambienti rurali, attraverso lo sviluppo di tecnologie e modelli gestionali, anche integrati, in grado di ridurre i consumi energetici, promuovere l’utilizzo razionale delle risorse naturali, abbattere le emissioni di gas climalteranti e sostenere lo sfruttamento, attraverso la riconversione, dei reflui derivanti dalle lavorazioni industriali.

Smart mobility e last-mile logistic: sostenere l’innvazione nel settore dei trasporti e della logistica attraverso lo sviluppo di tecnologie e sistemi funzionali a promuovere e sviluppare la mobilita urbana e interurbana a basso impatto ambientale e la logistica sostenibile, nonché l’innalzamento dell’efficienza nella gestione dei circuiti di distribuzione dei beni, anche attraverso l’ottimizzazione della logistica di ultimo miglio, intervenendo sulle leve operative del trasporto secondario.

Sustainable natural resources (waste, water, urban biodiversity): ottimizzare le connessioni tra il miglioramento dei bilanci energetici e ambientali dei territori e la gestione delle risorse naturalistiche e socio-culturali secondo principi di equità e sostenibilità, attraverso lo sviluppo di tecnologie e modelli operativi finalizzati alla gestione, trattamento e rivalorizzazione delle risorse naturali, nonché alla tutela della biodiversità.

Possono presentare idee progettuali le imprese, i centri di ricerca, i consorzi e le società consortili, i parchi scientifici e tecnologici (così come definiti all’art.5 comma 1 del DM 593/2000 e ss.mm.ii.) con sede operative nelle Regioni della Convergenza o che si impegnino a costituire una sede in una delle quattro Regioni in caso di approvazione del progetto.

Particolare importanza è attribuita al ruolo delle Pubbliche Amministrazioni locali, che saranno coinvolte nella sperimentazione e applicazione concreta dei risultati conseguiti.
Per la realizzazione dei progetti “Smart Cities e Communities” le risorse complessive a valere sul PON R&C 2007-2013 sono pari a 200.696.821,00  – (50% -FESRe 50% FdR), così ripartite:

– Azione Integrata per la Società dell’Informazione:            100.348.410,50 euro

–   Azione Integrata per lo Sviluppo Sostenibile:                   100.348.410,50 euro

“Progetti di innovazione sociale”
Accanto all’intervento predetto, il MIUR intende promuovere la partecipazione delle generazioni più giovani delle Regioni della Convergenza al processo di diffusione di una cultura innovativa in tema di Smart Communities; a tal fine, il bando invita i giovani delle Regioni della Convergenza di età non superiore ai trenta anni a presentare progetti orientati alla messa punto di idee tecnologicamente innovative per la soluzione nel breve-medio periodo di specifiche problematiche presenti nel tessuto urbano di riferimento e riferite agli ambiti previsti dall’art. 2 dell’Avviso.

Per i “Progetti di innovazione sociale” le risorse a disposizione sono 40 milioni di euro a valere sul PON R&C 2007-2013, FESR (50%) e FdR (50%).

Le idee progettuali e i “progetti” debbono essere presentati entro e non oltre le ore 17.00 del 30 aprile 2012.

Consulta l’avviso completo

 

Per Informazioni

Salvator De Benedetto
info@astrea.org

 

Bandi aperti:

Biomasse Bando POI Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013

Il Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione generale per l’incentivazione delle attività imprenditoriali – ha adottato il bando per interventi di attivazione di filiere produttive delle biomasse, secondo la Linea di attività 1.1 del POI Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013, ai sensi dell’articolo 6, comma 2, lettera c) del decreto ministeriale del 23 luglio 2009.

Presentazione domande dal 19 marzo 2012 al 17 aprile 2012

 

Ministero dell’Ambiente finanziamenti a tasso agevolato per le energie rinnovabili

Inserimento domande on line dal 16 marzo 2012

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...