Il silenzio

 

 

Da ” Stopndrangheta.it”

Rosarno, sono le sette di sera di un sabato di agosto e Maria Concetta si chiude in bagno, mandando giù a sorsate, come fosse acqua, l’acido muriatico. Madre di tre figli in terra di ‘ndrangheta, qualche mese prima aveva iniziato a collaborare con la giustizia. Da un luogo protetto diceva: «Non me li hanno mandati i figli e non me li mandano perché loro hanno capito che se mi mandano i figli è finita non torno più». Tornata per rivederli, aveva anche ritrattato la collaborazione, prima di riprenderla. Ora è arrivato l’arresto del padre e della madre, accusati di averla spinta al suicidio.

Maria Concetta, testimone di giustizia e suicida in terra di ‘ndrangheta

Il silenzio è l’arma della mafia, è un’arma fatta di soprusi e  violenze che sia  abbiano come palcoscenico le mura di una casa o quelle di un paese agiscono sempre attraverso  il veleno della paura. 

La mafia uccide chi rompe il muro del silenzio ed anche chiunque si trovi, anche casualmente, sulla traiettoria del suo crimine perchè la linfa vitale della mafia è il silenzio

E le coscienze non sono tanto forti  da rompere il muro del silenzio?

Evidentemente no!

Ma perchè le coscienze dei cittadini non sono forti tanto da infrangere il muro del silenzio ?

Gli Ateniesi affermavano che un cittadino non è solo se lo stato è forte e quindi  uno stato forte difende sempre i suoi cittadini, ma se lo stato non è forte i cittadini  restano  soli ed indifesi cioè non sufficientemente  tutelati per rompere il muro dell’omertà costruito con mattoni di ” silenzio”.

Perchè un cittadino teme la mafia e non si sente protetto dai valori della legalità?

Perchè nella sola Calabria la mafia ha un giro di affari di oltre 44 miliardi di euro all’anno e condiziona la vita economica di quella terra attraverso connivenze con la pubblica amministrazione, condiziona la vita politica con il voto di scambio e la vita sociale con la paura.

Maria Concetta è morta perchè e stata lasciata sola!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...