BENI CONFISCATI

Dalla Stampa apprendiamo che i beni confiscati alla mafia sono 221 e sono stati destinati a 36 comuni della provincia di Reggio Calabria.

Dalla Stampa apprendiamo che la Regione Calabria ha stanziato venti milioni di euro per aiutarne  quella riutilizzazione che dovrebbe avvenire secondo il principio della ricaduta sociale

La Cooperativa AIDA, che ha chiesto la gestione di beni confiscati, ancora aspetta risposte concrete

Intanto passando davanti a beni confiscati si vedono lavorare extra comunitari mentre i braccianti agricoli della Piana di Gioia Tauro sono alla fame.

E la ricaduta sociale della riutilizzazione dei beni confiscati quale fine ha fatto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...