I Cinesi

Quando sono arrivati in Italia, silenziosamente, quasi in sordina, hanno cominciato a vivere con il commercio di orologi ,telefonini e giochini a poche lire che catturavano l’attenzione dei bambini.

Tutta roba di poca qualità.

E loro i cinesi con le loro bancarelle su due ruote vendevano, mettevano da parte le lire progettando di espandersi.

Poi è arrivato l’euro e loro, i cinesi, come formichine hanno invaso l’ Europa con la loro merce contraffatta che non teneva in alcun conto l’esistenza di ogni normativa di sicurezza CEE.

Ed ora le nostre strade sono invase da lanterne di carta rossa che stanno ad indicare che in quel locale ci sono i cinesi che vendono di tutto.

Il nostro mercato è stato invaso dai cinesi e dai loro prodotti

Sui giornali leggiamo di prodotti cinesi sequestrati perché contraffatti

Gli italiani preferiscono fittare i loro locali ai cinesi perché “loro” i cinesi pagano e sono puntuali.

Molti esercizi commerciali gestiti da italiani chiudono perché non reggono il peso dei costi e delle tasse e loro, i cinesi, si espandono a macchia d’olio con i loro prodotti contraffatti, la loro merce di scarsa qualità, la loro capacità di lavorare come macchinette programmate per vendere qualunque cosa a poco costo

Ed ora i cinesi occupano le nostre strade, stravolgono quelle che erano le caratteristiche dei nostri quartieri, sostituiscono le nostre insegne con i disegni dei simboli del loro alfabeto e l’unico problema da risolvere ancora è quello che riguarda la mafia.

Quella cinese sostituirà quella nostrana oppure la affiancherà?
E noi stiamo a guardare!

Annunci

Un pensiero su “I Cinesi

  1. angelica Autore articolo

    Quella di cui tu parli è la parte “buona” anzi “pulita” della imprenditoria cinese, poi c’è quella che riguarda la vendita di prodotti nocivi, il lavoro sottosalariato, la violenza. Io direi che è molto più importante tutelare la vendita dei prodotti italiani, tutelare il commercio italiano all’estero per far rinascere la nostra economia e creare posti di lavoro. Parliamone ancora se vuoi.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...