…..violenza…..

È un film dell’orrore: centinaia di giumente incinte attaccate a macchine da salasso, anche fino alla morte! Tutto perché le aziende farmaceutiche ne vendono gli ormoni agli allevamenti intensivi di maiali!! Ma la prossima settimana i ministri UE possono mettere al bando questo commercio assurdo. Spingiamoli ad agire con un’enorme mobilitazione: firma la petizione qui sotto *con un solo clic* e condividi con tutti!

FIRMA QUI

Sembra un film horror: centinaia di giumente incinte attaccate a macchine che gli succhiano il sangue, alcune così deboli che collassano e muoiono. Ma ora possiamo fermare tutto questo. Questa tortura su larga scala sui cavalli è alimentata da aziende farmaceutiche europee per aumentare la produzione dei nostri allevamenti intensivi! L’UE sta considerando provvedimenti, ma finora non ha fatto nulla di concreto. È ora di fermare queste morti assurde! I ministri europei si riuniranno la prossima settimana, mettiamoli sotto i riflettori con un’enorme petizione per la messa al bando del violento commercio di sangue. Aggiungi il tuo nome alla petizione qui sotto *con un solo clic* e condividi con tutti: Clicca per firmare la petizione Al Parlamento, alla Commissione e al Consiglio dell’Unione Europea: Vi chiediamo di mettere al bando l’importazione in Europa di qualsiasi prodotto ottenuto con tecniche crudeli o che causino sofferenze sugli animali. Come uno tra i leader mondiali nel benessere degli animali, l’Europa dovrebbe applicare i suoi standard anche ai prodotti di importazione. Clicca per firmare la petizione La morte di queste giumente non è l’unico orrore: viene estratto così tanto sangue che molte rimangono sotto shock, o diventano anemiche. E siccome il sangue è utile solo se sono incinte, spesso vengono forzate a gravidanze e aborti multipli. Il mercato è guidato dalle aziende farmaceutiche, che vendono l’ormone presente solo in questo sangue agli allevamenti intensivi, per far entrare in calore maiali e altri animali in modo innaturale. Un’altra follia in questa triste storia. Ma se denunciamo questo orrore con un’enorme mobilitazione globale, possiamo ottenere la messa al bando di tutti i prodotti ottenuti dalla sofferenza degli animali, rendendo difficile per qualsiasi azienda ottenere profitti dalla violenza. Aggiungi il tuo nome alla petizione cliccando sul link, e poi condividi con amici e familiari: spingiamo l’UE ad agire! Clicca per firmare la petizione I cavalli sono animali maestosi, pieni di bellezza e grazia: è difficile capire come degli esseri umani possano essere così crudeli. Ma quando ci impegniamo tutti assieme per proteggere gli animali dagli orrori che affrontano ogni giorno, riusciamo a fare cose incredibili. Facciamolo anche questa volta.

..ancora e sempre pace ed allegria…

2016-12-19t200811z_2138228024_rc195a742160_rtrmadp_3_germany-truck-kbac-u1100411251201umi-1024x576lastampa-itGli auguri di tutto il mondo per la pace sembrerebbero caduti ancora una volta davanti al tir che ha seminato morte e terrore nel mercatino di Natale in Germania e poi a Capodanno quando la stessa strategia si è ripetuta in un locale in Turchia, ma non é così perché la gioia della vita appartiene al mistero dell’amore che muove il mondo, amore di cui nessuno conosce le coordinate, nessuna religione ne è unica depositaria ma di cui tutti hanno bisogno per vivere perché la stessa vita è amore.

Il mirino della strategia del terrore ha spostato il suo bersaglio, infatti una volta erano i regnanti ad essere presi mira, poi i politici, quindi i magistrati ed ora i giovani, i giovani che sono il futuro della terra e che un islamismo estremo e folle vorrebbe privare della gioia di vivere, ma loro sono la forza che muove la vita e nulla potrà fermarli e noi, asciugate le lacrime per le famiglie colpite da un tale feroce lutto, auguriamo loro di continuare a ballare e cantare sperando che le politiche di tutto il mondo uniscano le loro forze e strategie per bloccare chi la vita la vuole privare dell’allegria di dimostrarsi con i colori e l’allegria di cui ognuno è capace.

Rispettiamo e salviamo la terra

Gli scienziati avvertono che sta iniziando una nuova gigantesca estinzione di massa, ma c’è una proposta ambiziosa per proteggere il 50% del pianeta che può fermarla: domenica inizia un vertice globale per decidere e l’unica speranza affinché i governi si muovano è una grande mobilitazione in tutto il mondo. Firma ora, prima che sulla Terra cali il silenzio:

firma ora

……auguri…..

images

E’ difficile scrivere la parola “auguri” senza caricarla  di tutte le speranze che girano attorno a questa parola e che, noi,  in questi ultimi tempi, abbiamo sempre disatteso alzando muri, fortificando i nostri egoismi, derubandola di tutti quei valori come bontà, fratellanza, generosità di cui i scrivono i libri di tutte le religioni, di cui discutono le politiche di tutti i paesi.

E’ difficile, ma in un momento in cui i capisaldi del vivere sembrano vacillare è solamente nella volontà di tutti gli uomini di ripristinare i valori della speranza che si può guardare con fiducia al nostro futuro.

Auguri, amico!

images-1

?Sanita’?

….sanità si….. sanità no…..sanità ma….

Quando al sud qualcuno veniva colpito da una patologia ” difficile ” partiva verso la sanità del nord dove sembrava che tutti quelli appartenenti a quella sanità fossero bravi, capaci di mirabilie e soprattutto onesti e responsabili……..

…..e poi apprendiamo che al nord la sanità opera pazienti che non avrebbero avuto bisogno del bisturi, ma di opportune medicine….

…….che amputa arti sani al posto di quelli ” malati”…..

……che considera pazienti cavie su cui sperimentare, senza averli informati, medicine e cure “nuove”……

…….che al nord ci sono “protocolli” che anticipano la morte…….

……che al nord si tace su medico “tossico” ed infermiera amica e complice….

La magistratura indaga sul delirio di onnipotenza di medico ed infermiera, ma i morti, in tribunale, potranno solo portare le urne contenenti le loro ceneri……

….e chi controlla sa e tace……

…. ed al nord come al sud macchinari costosi e mai usati dimostrano incuria, incapacità e cos’altro?…….

….tutti i dubbi trovano spazio……

Nelle scuole materne si invoca l’uso delle telecamere per prevenire gli abusi sui bambini  e negli ospedali cosa si dovrebbe fare?

Per comportarci ” bene” dobbiamo quindi essere spiati?

 

Salvare l’ecosistema

Tra 67 giorni Trump diventerà Presidente e potrà dichiarare guerra agli accordi sul clima. Ora che i governi sono al vertice annuale sul clima, possiamo farli accelerare verso il 100% di energie pulite prima che Trump distrugga tutto quello per cui abbiamo lottato.

firma ora

Tra 67 giorni Trump diventerà Presidente e potrà iniziare la sua guerra contro l’accordo globale sul clima. Ma prima che distrugga tutto quello per cui abbiamo lottato, questa settimana possiamo convincere i governi ad accordarsi su un piano concreto per una transizione verso le energie pulite.

Germania, Cina, India, Brasile e anche l’Italia, assieme ai paesi più a rischio per il cambiamento climatico, stanno partecipando ad un vertice per definire nei dettagli il loro impegno per il clima: se interveniamo ora in massa possiamo spingerli a mettere al sicuro il piano per il 100% di energie pulite, usare la loro influenza per farlo rispettare anche agli USA, e affrettarsi a spingere l’economia mondiale verso soluzioni sostenibili, un processo che Trump non potrà fermare.

È possibile ottenere una nuova presa di posizione inequivocabile sulla lotta ai cambiamenti climatici, anche a prescindere da quello che farà Trump. Rendiamo questo appello enorme, per dimostrare che combatteremo fino alla fine per tutto ciò che amiamo — lo consegneremo direttamente ai governi.

Firma per salvare l’accordo di Parigi, e inoltra questa email a tutti!

Donald Trump pensa che il cambiamento climatico sia una bufala, ha deriso l’accordo di Parigi, e una delle prime cose che ha fatto è stato scegliere un negazionista del clima legato alle multinazionali del petrolio come consigliere sull’ambiente!

Ma Parigi è già entrato in vigore. Le nazioni più vulnerabili ai cambiamenti del clima stanno guidando la carica per farlo rispettare e ieri la Germania ha annunciato un piano molto deciso di tagli radicali alle emissioni. Soprattutto, la Cina c’è. Ha capito i benefici della chiusura delle vecchie centrali a carbone e sta battendo ogni record nel campo delle rinnovabili.

Quando prenderà il potere, Trump potrebbe far uscire gli USA dalla convenzione sul clima dell’ONU. Ed essendo il Paese più inquinante al mondo, questo avrà un enorme impatto su tutti noi. Ma farlo sarà un incubo burocratico per lui, potrebbe metterci anni. Per questo dobbiamo far sì che il resto del mondo acceleri, anche se lui farà rallentare gli Stati Uniti.

Insomma, non possiamo permettere che questo miliardario ignorante blocchi l’unica strada possibile per salvare il pianeta. Dobbiamo puntare tutto per far restare il mondo intero su quella strada.

Firma ora per far ribadire ai nostri politici l’impegno per il pianeta, e inoltra a tutti!

L’accordo storico di Parigi l’abbiamo reso possibile tutti assieme. Abbiamo marciato, donato, firmato, e obbligato il mondo ad ascoltare. Abbiamo spinto buoni leader a diventare campioni del clima e abbiamo complicato la vita a chiunque volesse fermare il progresso. Parigi è sempre stato un punto di partenza. Abbiamo ancora tanto da fare per salvare tutto ciò che amiamo. Ma se si blocca ora, perderemo la migliore speranza di cooperazione internazionale sul clima. Dobbiamo agire questa settimana.

Con speranza,

Iain, Alice, Pascal, Risalat, Fatima, Ricken e tutto il team di Avaaz

MAGGIORI INFORMAZIONI

Clima, “Trump tenta di uscire dall’accordo di Parigi” (Corriere della Sera)
http://www.corriere.it/esteri/16_novembre_13/clima-trump-tenta-uscire-accordo-parigi-36459f1c-a982-11e6-9e75-99cc0b521152.shtml

Trump presidente, sull’ambiente deciderà il lobbista dei petrolieri (Repubblica)
http://www.repubblica.it/ambiente/2016/11/13/news/donald_trump_e_myron_ebell_il_suo_delfino_per_il_clima-151918466/

COP22, partita settimana politica. Galletti: “Continuità a Parigi” (ASKA news)
http://www.askanews.it/altre-sezioni/sostenibilita/cop22-partita-settimana-politica-galletticontinuit-a-parigi_711941382.htm

COP22, Cina conferma impegni, gli USA no (Vita)
http://www.valori.it/ambiente/cop22-cina-conferma-impegni-gli-usa-no-15337.html



Avaaz.org è un movimento globale con oltre 44 milioni di membri,
che promuove campagne far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa “voce” in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team è sparso in 18 paesi distribuiti in 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.

Sei entrato/a a far parte del movimento di Avaaz e hai iniziato a ricevere queste email firmando “UE: mettete al bando l’ammazza-api” il 2013-02-17 usando l’indirizzo email angelicarago@alice.it.
Per essere sicuro/a che i messaggi di Avaaz raggiungano la tua casella di posta, ti preghiamo di aggiungere avaaz@avaaz.org alla tua lista di contatti. Per cambiare il tuo indirizzo e-mail, ricevere le e-mail in un’altra lingua o altre informazioni contattaci utilizzando questo modulo. Per non ricevere più le nostre e-mail, invia un’e-mail a unsubscribe@avaaz.org oppure clicca qui.

Per contattare Avaaz non rispondere a questa e-mail, ma scrivici utilizzando il nostro modulo www.avaaz.org/it/contact, oppure telefonaci al 1-888-922-8229 (USA).

No virus found in this message.
Checked by AVG – www.avg.com
Version: 2016.0.7859 / Virus Database: 4664/13415 – Release Date: 11/15/16